Come evitare l’indigestione a Natale e altri problemi di stomaco

Vuoi sapere cosa dovresti fare per evitare l’indigestione di Natale e tutti i problemi di stomaco tipici di questo periodo di festa?

Indigestione natalizia e altri comuni problemi di stomaco

Le festività natalizie sono un momento di festa e di svago per stare insieme alla famiglia e agli amici, ma è anche un momento di eccessi e di cambiamenti di abitudini, che possono portare a vari problemi gastrointestinali. Tuttavia, è anche un momento di eccessi e di cambiamenti di abitudini, che possono portare a vari problemi gastrointestinali. Sapevi che, secondo i dati della Fondazione Spagnola dell’Apparato Digerente, sette spagnoli su dieci soffrono di disturbi digestivi durante le feste? Ti aiutiamo a evitare l’indigestione di Natale e i problemi di stomaco più tipici di questo periodo dell’anno.

Il Dr. Luis Gutiérrez Serantes, medico di famiglia e noto comunicatore in diversi media, afferma che “sono molti i fattori che condizionano una buona digestione. Non solo quello che mangiamo e beviamo, ma anche la velocità con cui mangiamo, il modo in cui mastichiamo, se parliamo e, naturalmente, la salute dell’apparato digerente e la quantità e il tipo di cibo che mangiamo”.

Vuoi sapere quali sono i problemi di stomaco più comuni in questo periodo dell’anno, quali sono le cause e come si possono prevenire e curare? Ti aiutiamo a superare le festività senza indigestione o problemi di stomaco di vario tipo.

Indigestione natalizia e altri problemi gastrointestinali comuni

I problemi gastrointestinali più comuni a Natale sono i seguenti:

– La gastrite è un’infiammazione della mucosa che riveste lo stomaco, che può causare dolore, bruciore, nausea, vomito o perdita di appetito. La gastrite può essere causata da diversi fattori, come il consumo eccessivo di alcol, lo stress, l’uso di farmaci antinfiammatori, l’infezione da batterio Helicobacter pylori o il consumo di cibi irritanti, grassi o piccanti.

Reflusso gastro-esofageo: si verifica quando l’acido dello stomaco risale nell’esofago, causando una sensazione di bruciore al petto, alla gola o alla bocca, oltre a rigurgito, tosse, raucedine o difficoltà a deglutire. Il reflusso può essere aggravato dalla sovralimentazione, dal sovrappeso, dal fumo, dal consumo di alcol, dalla gravidanza o dall’uso di alcuni farmaci.

Dispepsia: è conosciuta come indigestione o indigestione ed è caratterizzata da fastidio o dolore nella parte superiore dell’addome, accompagnato da senso di pienezza, sazietà precoce, eruttazioni, gas, nausea o vomito. La dispepsia può essere legata a gastrite, reflusso, ulcera, sindrome dell’intestino irritabile o intolleranza alimentare.

– La diarrea è definita come il passaggio frequente e urgente di feci liquide o sciolte, che può essere accompagnato da dolore addominale, crampi, febbre, nausea o vomito. La diarrea può avere diverse cause, come infezioni da virus, batteri o parassiti, allergie o intolleranze alimentari, uso di antibiotici, stress o sindrome dell’intestino irritabile.

Intossicazione alimentare: l’intossicazione alimentare è causata dall’ingestione di alimenti contaminati da microrganismi patogeni o dalle loro tossine, che provocano sintomi quali diarrea, vomito, dolori addominali, febbre, brividi, debolezza o disidratazione. Gli alimenti che più facilmente possono causare un’intossicazione alimentare sono i frutti di mare, il pesce crudo, le carni poco cotte, le uova, i latticini, le insalate e le salse.

Quali sono le cause dell’indigestione di Natale e di tutti gli altri problemi di stomaco natalizi?

Come evitare l'indigestione a Natale e altri comuni problemi di stomaco
Come evitare l’indigestione a Natale e altri comuni problemi di stomaco.

È curioso che i problemi di stomaco siano una delle consultazioni più frequenti nei pronto soccorso degli ospedali in questo periodo dell’anno: sai perché si verificano? Analizzeremo i principali motivi per cui l’indigestione natalizia e altri disturbi correlati sono così frequenti in questo periodo dell’anno.

Fai attenzione a non mangiare troppo o finirai per fare indigestione a Natale!

I pranzi e le cene di Natale tendono ad essere abbondanti e ad includere cibi di ogni tipo e genere, il che può indurci a mangiare più di quanto il nostro stomaco riesca a digerire e a mangiare ingredienti non facilmente digeribili. Questo può portare a un sovraccarico del sistema digestivo, con conseguenti indigestioni, bruciori di stomaco, reflusso, gas o diarrea.

Vassoio di biscotti natalizi.

I cibi grassi, irritanti o difficili da digerire non sono tuoi amici.

Alcuni dei cibi tipici del Natale, come salsicce, cibi fritti, dolci, alcol, bevande gassate o condimenti forti, possono irritare la mucosa gastrica, aumentare la produzione di acido, alterare la flora intestinale o favorire la crescita di microrganismi patogeni. Questo può portare a gastrite, reflusso, indigestione e persino diarrea.

Se salti le routine, ne pagherai le conseguenze!

In questo periodo dell’anno è frequente cambiare orari e abitudini alimentari, saltare i pasti, fare spuntini tra i pasti, mangiare più velocemente o masticare meno. Tutto questo può influire sul normale funzionamento dell’apparato digerente, causando indigestione, bruciore di stomaco, reflusso, gas o costipazione.

Gestisci lo stress o ti farà pagare il conto

Il Natale può essere un periodo stressante per molte persone, tra acquisti, preparativi, obblighi familiari, impegni sociali o incontri con familiari che non vogliamo vedere.

Lo stress può alterare l’equilibrio del sistema nervoso, che è strettamente legato all’apparato digerente, causando spasmi, infiammazioni, irritazioni o alterazioni della motilità intestinale, con i relativi problemi.

Cosa devo fare per evitare questi disturbi digestivi?

L’indigestione, la gastrite e tutti i problemi digestivi causati dagli eccessi natalizi possono essere risolti – o almeno ridotti al minimo – tenendo conto di una serie di raccomandazioni fondamentali da non perdere.

La prima cosa da fare è moderare il consumo di cibi grassi, irritanti o difficili da digerire. Sì, sappiamo che non è facile rinunciare all’aperitivo a base di foie gras, bere qualche bicchiere di vino, mangiare qualche salume mentre si chiacchiera con la famiglia e finire con una rapina a mano armata del piatto di dolci natalizi.

Ma quello che puoi fare è moderare ciò che mangi e cercare di non esagerare con i salumi, i cibi fritti, l’alcol, le bevande gassate o esagerare con i dolci di Natale.

Se puoi, opta per piatti al forno o alla griglia e cerca di non esagerare con i grassi.

Un altro punto interessante è che devi curare le tue abitudini nei giorni non festivi e cercare di rimanere il più attivo possibile. C’è una cosa che non dobbiamo dimenticare ed è che il Natale non dura 15 giorni, ma le feste sono in realtà 5: Vigilia, Natale, Capodanno, Capodanno ed Epifania. In quei giorni è normale mangiare più cibo o cibi che non si mangiano di solito, ma per il resto delle feste natalizie cerca di mantenere una dieta sana e di mantenere le buone abitudini.

Non si tratta di compensare gli eccessi, non è questo il senso della storia. Quello che devi fare è cercare di prenderti cura di te stesso il più possibile per non maltrattare il tuo corpo. Ricorda di optare per alimenti ricchi di fibre, come frutta, verdura, cereali integrali e legumi. Ti aiuteranno a migliorare il transito intestinale, a prenderti cura del tuo microbiota e a evitare l’indigestione che tanto ci disturba a Natale.

Approfitta del fatto che sei in vacanza e hai più tempo libero per muoverti di più: fai esercizi di forza, fai una passeggiata o una corsa.

Un altro punto importante è cercare di evitare le abbuffate. È normale che durante un pasto festivo, dove ci sono mille piatti in tavola, tutto sia appetitoso. Una buona risorsa è quella di mettere le cose che mangerai su un piatto grande (ti renderà consapevole della quantità che stai mangiando) invece di fare uno spuntino con tutto quello che ti capita a tiro. Gli esperti ci ricordano che è fondamentale mangiare lentamente e masticare bene il cibo, in modo che lo stomaco lavori nel modo più efficiente possibile per evitare fastidiose indigestioni.

Rimani idratato e, se bevi vino, alternalo all’acqua. L’idratazione è fondamentale per l’organismo e, in termini di salute, l’acqua è la bevanda migliore che tu possa scegliere. Se vuoi bere vino durante i pranzi o le cene di festa, non dimenticare di continuare a bere acqua, in quanto questo ridurrà al minimo gli effetti dell’alcol sullo stomaco e sul corpo. Le bevande gassate, oltre a non essere assolutamente salutari, sono molto irritanti per lo stomaco, aumentano la produzione di acidi e causano gas, quindi non sono molto utili in questo periodo dell’anno (o in assoluto).

Cerca di non lasciare che la fretta di questi giorni o quei parenti impertinenti (attenzione al cognato di turno) disturbino la tua pace o finiranno per avere un effetto negativo sul tuo stomaco. Mindfulness, meditazione e tecniche di rilassamento possono essere i tuoi alleati in questi giorni. Anche curare il sonno e il riposo ti aiuterà a stare bene e a evitare di soffrire di indigestione a Natale e di altri problemi digestivi.

Come hai appena visto, i disturbi digestivi sono strettamente legati al Natale e i motivi principali per cui il nostro stomaco soffre durante queste date speciali sono l’eccesso di cibo, il consumo di alimenti poco sani e difficili da digerire, l’alterazione delle nostre abitudini e lo stress natalizio, sempre più diffuso nella nostra società. Il modo migliore per stare bene durante le feste è prendersi cura di se stessi, controllare l’alimentazione e cercare di godersi queste belle giornate senza stress.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.