Quali sono i benefici della curcuma per la salute?

Scopri i benefici della curcuma per la salute e come sfruttare tutte le sue proprietà. È vero tutto quello che si dice su questa radice?

I benefici della curcuma per la salute

La curcuma, nota anche come “l’oro liquido dell’India”, è un’antica spezia ampiamente utilizzata sia in cucina che nella medicina tradizionale. Negli ultimi anni ha guadagnato una notevole popolarità in Occidente grazie ai suoi numerosi benefici per la salute.

Questa spezia, dal colore giallo intenso e dal sapore leggermente piccante e terroso, è uno dei componenti fondamentali del curry e gli conferisce il suo colore caratteristico.

In questo articolo analizzeremo i benefici della curcuma e vedremo se il suo consumo aiuta davvero a migliorare la tua salute. Analizzeremo i componenti attivi di questa radice, con l’obiettivo di scoprire come agisce nel nostro organismo ed esplorare vari modi per integrarla nella nostra dieta quotidiana. Preparati a scoprire i benefici della curcuma per la salute.

I sorprendenti benefici della curcuma per la salute

La curcuma è originaria dell’India ed è nota per il suo colore giallo intenso e il suo sapore caratteristico.

Ma al di là del suo utilizzo in cucina, questa spezia è stata oggetto di numerosi studi che ne hanno messo in luce le proprietà e i benefici per la salute. Tanto che se cerchi su PubMed “curcumina” (il suo principale componente attivo) ottieni più di 22.000 risultati.

Secondo l’AESAN (Agenzia spagnola per la sicurezza alimentare e la nutrizione), “la curcumina potrebbe esercitare effetti enterici e non enterici grazie alla sua potenziale attività antiossidante e di riduzione dell’infiammazione”. Sono stati condotti molti studi clinici con estratti di rizoma di curcuma o curcuminoidi per studiare la loro possibile applicazione in varie patologie.

La curcuma ha effetti antinfiammatori e antiossidanti.

Come abbiamo appena notato, uno dei componenti principali della curcuma è la curcumina, un potente antiossidante a cui sono state attribuite importanti proprietà antinfiammatorie, poiché sembra che questo composto abbia la capacità di inibire l’attività di alcuni enzimi e molecole pro-infiammatorie.

Ciò significa che può aiutare a ridurre l’infiammazione dell’organismo, direttamente collegata a numerose malattie croniche, come l’artrite e persino le malattie cardiache.

Oltre al suo effetto antinfiammatorio, la curcuma sembra essere anche un potente antiossidante. Gli antiossidanti aiutano a neutralizzare i radicali liberi, molecole instabili e altamente reattive che possono causare danni alle cellule e contribuire all’invecchiamento e a varie malattie. Combattendo i radicali liberi, la curcuma può aiutare a prevenire lo stress ossidativo e a proteggere le cellule dai danni.

La curcuma può aiutare a potenziare le difese

La curcumina possiede anche alcune proprietà antimicrobiche e antivirali, che la rendono un alleato naturale per rafforzare il sistema immunitario e combattere le infezioni.

Potrebbe migliorare la salute del cervello

Un altro beneficio della curcuma è la sua capacità di migliorare la salute del cervello. Alcuni studi hanno esaminato il potenziale terapeutico della curcuma nel ridurre il rischio di malattie neurodegenerative come l’Alzheimer. Sembra che la curcumina possa attraversare la barriera emato-encefalica e aiutare a prevenire i danni al cervello e a migliorare le funzioni cognitive. Sembra che la curcumina possa attraversare la barriera emato-encefalica e aiutare a prevenire i danni al cervello e a migliorare le funzioni cognitive.

Sebbene siano necessari altri studi con un numero maggiore di partecipanti per confermare questi benefici, le conclusioni di queste analisi suggeriscono che questa spezia potrebbe avere un potenziale promettente nel campo della medicina preventiva e terapeutica.

Aiuta a controllare il peso

Questa radice può essere utile anche per mantenere un peso sano. La curcumina aiuta a regolare il metabolismo dei grassi, riducendo l’accumulo di lipidi e favorendo la perdita di peso.

Inoltre, la sua capacità di ridurre l’infiammazione potrebbe essere utile per prevenire lo sviluppo di malattie metaboliche, come il diabete di tipo 2.

Efficace per migliorare la digestione

Per quanto riguarda la salute dell’apparato digerente, la curcuma è stata utilizzata per secoli nella medicina tradizionale per alleviare i problemi di stomaco.

La curcumina sembra aiutare a stimolare la produzione di bile, migliorando la digestione dei grassi e alleviando i sintomi di indigestione, bruciore di stomaco e infiammazione intestinale.

Secondo l’AESAN, “l’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA, 2018) e l’Agenzia Spagnola per i Medicinali e i Prodotti della Salute (AEMPS, 2020) ne approvano l’uso tradizionale per aumentare la secrezione biliare nel trattamento dell’indigestione: senso di pienezza, flatulenza e digestione lenta”.

Ottimo per il controllo del colesterolo

Infine, la curcuma può essere utile anche per la salute del cuore, in quanto può aiutare a ridurre i livelli di colesterolo LDL (il cosiddetto “colesterolo cattivo”) e di trigliceridi, aumentando invece i livelli di colesterolo HDL (il cosiddetto “colesterolo buono”).

Questo aiuta a prevenire l’accumulo di placca nelle arterie, riducendo il rischio di malattie cardiovascolari.

Bonus trak: migliora anche la salute della pelle.

Le proprietà antimicrobiche e antinfiammatorie della curcuma aiutano a ridurre l’acne e a migliorare l’aspetto della pelle.

Inoltre, si ritiene che sia efficace nel ridurre la pigmentazione e un buon alleato nella lotta contro l’invecchiamento precoce della pelle.

In breve, la curcuma è una spezia promettente che sostiene di avere potenti proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e digestive. Il suo principale composto attivo, la curcumina, conferisce questi benefici e la rende un alleato naturale per migliorare la salute. Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche, alcuni studi preliminari suggeriscono che la curcuma potrebbe avere un potenziale promettente nella prevenzione di diverse malattie croniche.

Come consumare la curcuma per trarne tutti i benefici?

Il problema principale della curcumina è che ha una bassa biodisponibilità, il che significa che il nostro corpo è in grado di assorbirne solo il 10-15%. Quindi, per massimizzare i benefici della curcuma, è consigliabile consumarla con del pepe nero o con un po’ di grasso, in quanto questo aumenta notevolmente il suo assorbimento nell’organismo.

Sono in corso diversi studi per valutarne le proprietà e per incorporare questo composto in alte concentrazioni sotto forma di integratori, combinando sempre la curcumina con la piperina, un alcaloide presente nel pepe nero e nel pepe lungo, che ne aumenta la biodisponibilità del 154%.

E qui sta il problema principale di questa spezia quando viene consumata in dosi culinarie: è molto difficile raggiungere la quantità ottimale per ottenere gli effetti benefici di questo composto.

Consulta un esperto prima di assumere un integratore

Con queste premesse, non resta che sottolineare che, secondo le evidenze scientifiche, si tratta di un ingrediente dalle molteplici proprietà benefiche per la salute e che sono in corso molti studi per sfruttarne appieno il potenziale, dato che con il consumo domestico è praticamente impossibile raggiungere una dose minima che ci porti dei benefici.

E praticamente tutti gli esperti concordano nel raccomandarne l’uso come condimento, all’interno di una dieta sana, varia ed equilibrata, a meno che il medico non prescriva un integratore o un farmaco che abbia questo prodotto tra i suoi ingredienti. Non dobbiamo dimenticare che naturale non è sinonimo di innocuo. Infatti, l’AESAN ha stabilito una dose giornaliera accettabile (DGA) di 3 milligrammi di curcumina per kg di peso corporeo al giorno per evitare rischi o possibili effetti avversi.

È importante ricordare che la curcuma non deve essere utilizzata come sostituto di un trattamento medico per qualsiasi patologia. È fondamentale consultare un professionista della salute prima di utilizzare qualsiasi integratore o rimedio naturale come aggiunta al trattamento di un disturbo.

Ora che abbiamo visto i benefici della curcuma, dobbiamo aspettare ulteriori ricerche da parte della comunità scientifica per poter sfruttare tutti i suoi benefici per la salute.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.