Quanto tempo ci vuole perché la carne macinata vada a male?

Questo è uno degli alimenti che dura meno in buone condizioni. Sapete quanto tempo ci vuole perché la carne macinata vada a male?

Quanto tempo ci vuole perché la carne macinata vada a male?

Per evitare le intossicazioni alimentari è fondamentale sapere come conservare correttamente gli alimenti, ma con la carne macinata bisogna essere un po’ più attenti perché dura in buone condizioni per un tempo molto breve. Ed ecco la domanda da un milione di dollari: quanto tempo ci vuole perché la carne macinata vada a male e perché?

Partiamo da quest’ultima domanda e analizziamo i motivi per cui la carne macinata presenta un rischio di avvelenamento molto maggiore rispetto a qualsiasi altro pezzo di carne.

Perché la carne macinata va a male così rapidamente?

Il primo motivo per cui il rischio di sovracrescita batterica è maggiore è dovuto al processo di sminuzzamento, e le ragioni sono molteplici: la prima è che si può verificare una contaminazione del pezzo, sia da parte degli utensili utilizzati per macinarlo, sia da parte delle persone che lo maneggiano; a questo va aggiunto che durante il processo la temperatura della carne aumenta, il che significa che gli eventuali batteri presenti in essa si riproducono più rapidamente rispetto a quanto avviene se la carne è refrigerata. Inoltre, i succhi rilasciati dalla carne fanno sì che questi patogeni si spostino molto facilmente all’interno del pezzo.

Se si conserva la carne macinata fresca in frigorifero, si conserva per 2 o 3 giorni.

Un’altra ragione che favorisce la riproduzione batterica è che questa carne ha una maggiore superficie a contatto con l’aria rispetto a un pezzo intero, il che facilita la crescita eccessiva di questi agenti patogeni.

E come evitare che la carne macinata vada a male?

Con questo prodotto, la prevenzione è fondamentale, quindi è essenziale sapere come gestirlo correttamente.

È molto importante conservarlo in un contenitore ermetico, meglio se con un ripiano, in modo che i succhi che rilascia rimangano sul fondo e non siano a contatto con la carne, e tenerlo in frigorifero a una temperatura di 4ºC o inferiore..

Quanto tempo ci vuole perché la carne macinata vada a male in frigorifero?

¿Cuánto tarda en ponerse mala la carne picada?- Así se guarda en la nevera
Polpette di carne macinata.

Se si conserva la carne macinata fresca in frigorifero nelle condizioni indicate sopra, si conserva per 2 o 3 giorni.

Se non viene utilizzato immediatamente, è meglio congelarlo il prima possibile per evitare la riproduzione dei microrganismi eventualmente presenti.

Nel congelatore deve trovarsi a una temperatura pari o inferiore a -18 ºC e la carne di vitello può essere conservata fino a 18 mesi e quella di maiale per un massimo di 6 mesi. Una volta scongelata, deve essere consumata immediatamente.

Come cucinare la carne macinata per evitare rischi

¿Cuánto tarda en ponerse mala la carne picada?- Así hay que cocinarla
Come cucinare la carne macinata per evitare rischi.

Il trattamento termico è uno dei modi migliori per eliminare i batteri comuni nella carne macinata, come la salmonella, l’E. coli o la listeria.

Per assicurarsi che muoiano e siano sicure da mangiare, è ideale sottoporle a più di 70°C per almeno 5 minuti..

Perché le vaschette di carne macinata del supermercato durano di più in frigorifero?

Perché contengono molti ingredienti oltre alla carne stessa, compresi i conservanti, e quindi hanno una durata di conservazione molto più lunga.

Ma sono anche opzioni poco raccomandabili, perché la carne che comprate in macelleria e chiedete di macinare è al 100% carne e quella che trovate nelle vaschette può essere fino all’80% carne e il resto sono conservanti, additivi, solfati, addensanti e persino cereali e verdure. Si paga la carne ma si ricevono gratuitamente altre cose poco interessanti dal punto di vista nutrizionale.

Anche se la data di scadenza è più lunga, si acquista un prodotto di qualità inferiore. Ecco perché è essenziale guardare le etichette con molta attenzione prima di mettere i prodotti nel carrello della spesa.

Come capire se la carne macinata è in cattive condizioni

Ci sono due aspetti che possono indicare lo stato della carne e sono il colore e l’odore.

Un cambiamento di colore da rosso a grigiastro o brunastro è un segno di deterioramento. È vero che un cambiamento di colore può anche essere dovuto all’azione della mioglobina, un pigmento che si scurisce quando la carne è priva di ossigeno.

Se emette un odore sgradevole, è un segno inequivocabile che è andato a male, così come se ha una consistenza sottile o appiccicosa.

Tuttavia, può capitare che la carne sia perfetta a occhio nudo e sia contaminata da batteri, quindi è essenziale seguire le raccomandazioni relative al tempo massimo di conservazione in frigorifero e cercare di cucinarla o congelarla il prima possibile. E se si hanno dubbi sulle sue condizioni, è meglio non mangiarla.

Ora che sapete quanto tempo ci vuole perché la carne macinata vada a male e come conservarla correttamente, non correte rischi con questo ingrediente!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.