È vero che la spirulina aiuta a migliorare la salute?

La spirulina è stata acclamata come un super alimento da molti sostenitori della vita sana. È tutto oro quello che luccica? Vediamo se aiuta a migliorare la salute o se è inutile.

La spirulina fa davvero bene alla salute?

La spirulina è stata battezzata con il cognome di superfood in numerose occasioni e praticamente tutti coloro che hanno un account Instagram avranno visto la febbre per questo alimento dai presunti superpoteri, dove gli influencer attenti alla salute si sono sbizzarriti a realizzare simpatiche ricette dal sorprendente colore verde (quasi come il tè matcha) con questa microalga. Siamo arrivati a mettere in dubbio tutte le bontà proclamate ai quattro venti e ci chiediamo: è vero che la spirulina ti aiuta a migliorare la tua salute o non è tutto oro quello che luccica?

Questa microalga blu-verde vanta eccellenti proprietà nutrizionali ed è un alimento “antico”. E sappiamo tutti che tutto ciò che è antico si vende e diventa un’attrazione. Quindi andiamo al sodo e vediamo cosa c’è di vero nei superpoteri di questo prodotto.

Che cos’è la spirulina?

Cos'è la spirulina e perché tutti pensano che sia salutare?
Cos’è la spirulina e perché tutti pensano che sia salutare?

La Spirulina(Arthrospira platensis) è un cianobatterio, un tipo di microrganismo che fotosintetizza e produce ossigeno. Si trova nell’acqua dolce di laghi, fiumi e mari, soprattutto nelle aree tropicali e subtropicali. Il suo nome deriva dal greco “espira”, che significa “spirale”, a causa della sua forma allungata.

Deve il suo colore verde al contenuto di clorofilla e il suo colore blu alla ficocianina. Grazie a questo potente colore, viene utilizzato come colorante alimentare naturale nella produzione di gelati, dessert, surgelati, dolci e gomme da masticare, tra gli altri prodotti.

Di solito viene commercializzato in polvere o in capsule, da solo o mescolato ad altri alimenti o bevande. E viene assunto come integratore.

Quali sono le proprietà nutrizionali che lo rendono un “superfood”?

La spirulina sostiene di essere altamente nutriente e ricca di vitamine, minerali e antiossidanti. I sostenitori affermano anche che è una fonte di proteine di alta qualità e una buona fonte di ferro. Questo non è niente.

Le vitamine includono A, B-12 ed E, mentre i minerali includono calcio, zinco, fosforo e iodio, così come molte alghe.

Primo problema: il contenuto di iodio

Questo problema è comune a quasi tutte le alghe, poiché il loro elevato contenuto di iodio può sovrastimolare la ghiandola tiroidea e causare problemi soprattutto a chi soffre di ipo o ipertiroidismo.

Seconda domanda: è davvero una fonte di proteine?

D’accordo, è una fonte di proteine di qualità, ma ammettiamolo, la quantità giornaliera raccomandata di questo integratore è compresa tra i 3 e i 5 grammi. Quante proteine ci sono in quei 5 grammi di spirulina? Una quantità minima.

Terzo punto: che dire del contenuto di vitamina B-12?

In questo caso i vegani e i vegetariani possono vedere il cielo aperto perché hanno a disposizioneun integratore naturale di questa vitamina che è presente solo negli alimenti di origine animale ed è molto importante per la salute. Il problema è che non è effettivamente ricca di vitamina B-12.

La presunta vitamina B-12 contenuta nelle alghe è una molecola molto simile alla vitamina B-12, ma in realtà non è tale. Inoltre, ostacola l’assorbimento della vera B-12 e può falsare le analisi del sangue, facendo credere alle persone di avere i livelli corretti quando in realtà c’è una carenza. In altre parole, è più un nemico della vitamina che altro.

E le altre proprietà benefiche?

Tutto quello che devi sapere sulla spirulina
Tutto quello che devi sapere sulla spirulina.

Al consumo di queste microalghe è stato attribuito il potere di ridurre il rischio di malattie croniche trasmissibili e non trasmissibili, comprese le malattie cardiovascolari (CVD). Sono stati condotti numerosi studi e revisioni di questi studi.

Molte di queste sono state condotte in vitro (cioè non sugli esseri umani) e altre hanno avuto un numero molto ridotto di partecipanti, quindi è piuttosto difficile trarre conclusioni definitive sui loro meriti.

In una revisione sistematica di diverse ricerche, hanno concluso che “nessuno studio è stato adeguatamente randomizzato e/o controllato, né sono stati proposti i meccanismi biologici che supportano questi effetti”. Il livello di evidenza trovato e l’assenza di disegni sperimentali appropriati non ci permettono di verificare il valore della Spirulina come alimento funzionale per prevenire la dislipidemia e l’EOX e, in questo modo, ridurre la CVD; tuttavia, non abbiamo trovato manoscritti che facessero riferimento agli effetti dannosi della sua assunzione”. In altre parole, secondo i ricercatori, non ha effetti né benefici né dannosi.

L’uso della spirulina è controindicato in ogni caso?

Sì, questo è l’altro lato della medaglia: per alcune persone non ha effetti dannosi, ma per altre può averne.

Se assunta nelle quantità consigliate, in linea di massima non dovrebbe causare alcun problema, anche se sono stati segnalati casi di persone che hanno accusato disturbi intestinali, costipazione, mal di testa e persino eruzioni cutanee.

Un altro aspetto da tenere presente è che può interagire con alcuni farmaci, quindi chi è in terapia dovrebbe consultare un medico o un farmacista prima di assumere un integratore di spirulina.

Si consiglia inoltre di evitarne il consumo in caso di fenilchetonuria, una malattia genetica che influisce sulla capacità di elaborare alcuni aminoacidi, in caso di ipertoridismo, per quanto abbiamo detto a proposito di iodio e tiroide, e di iperuricemia.

La spirulina è inoltre sconsigliata alle donne in gravidanza e in allattamento.

A quali conclusioni siamo giunti dopo aver letto tutto questo? Ebbene, non spendere i tuoi soldi in integratori che sono praticamente inutili, perché nelle quantità consigliate non ti forniranno praticamente nessun nutriente e in alcuni casi specifici potrebbero avere delle controindicazioni per la tua salute.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.