La verità sullo zucchero che dovreste conoscere

Lo zucchero è un ingrediente che viene consumato molto nella nostra vita quotidiana e di cui si parla molto. Vi raccontiamo tutto quello che c’è da sapere al riguardo e come scegliere il dolcificante migliore.

La verità sullo zucchero

Prima di tutto, vediamo cos’è lo zucchero, da cosa è composto e cosa succede quando lo assumiamo; da lì risponderemo alle principali domande su questo ingrediente e vedremo quali conclusioni possiamo trarre sul suo consumo.

Che cos’è lo zucchero e quanto dovremmo consumarne?

La prima cosa da sapere è che lo zucchero è il nome comune del saccarosio, un disaccaride composto da una molecola di glucosio e una di fruttosio. Si ottiene dalla canna da zucchero o dalla barbabietola da zucchero. Lo zucchero bianco subisce un processo di raffinazione, mentre lo zucchero di canna non subisce questo processo.

L’unica fonte di zucchero che dovremmo consumare ogni giorno è quella naturalmente presente nella frutta e nella verdura.

Il fatto è che negli ultimi anni il consumo di questo ingrediente è aumentato notevolmente, sia perché lo inseriamo consapevolmente nei nostri piatti, sia per l’infinità di cibi pronti che lo contengono, il che lo ha reso uno dei principali nemici di una vita sana.

È davvero un alimento malsano? La verità è che lo è. Per quanto si senta dire da sempre – o meglio, dagli anni ’80 e ’90, quando c’è stata una potente campagna a suo favore – che è un alimento base per il cervello e che è essenziale per l’energia, la realtà è ben diversa da queste frasi spesso ripetute.

Di che tipo di zucchero ha bisogno l’organismo?

¿Qué tipo de azúcar necesita mi cuerpo?

La verità è che lo zucchero non è affatto necessario, né per il cervello, né per la crescita, né tanto meno per la salute. Anzi, meno zucchero consumiamo nella nostra vita quotidiana, meglio è.

L’unica fonte di zucchero che dovremmo consumare ogni giorno è quella naturalmente presente nella frutta e nella verdura che, come sapete, si consiglia di consumare in circa 5 pezzi al giorno.

È importante conoscere la differenza tra i termini zucchero e glucosio, quest’ultimo è essenziale per il corretto funzionamento dell’organismo, ma il glucosio di cui abbiamo bisogno è quello presente nella frutta, nella verdura o nei legumi, non lo zucchero da tavola.

Differenza tra zucchero libero e intrinseco negli alimenti

Ed ecco la domanda successiva: qual è la differenza tra lo zucchero da tavola o altri dolcificanti e lo zucchero della frutta? A questo punto dobbiamo parlare di due concetti che devono essere interiorizzati: lo zucchero libero e lo zucchero intrinseco negli alimenti.

Gli zuccheri liberi sono quelli che vengono aggiunti (raffinati o non raffinati) agli alimenti, compresi gli zuccheri naturalmente presenti nel miele (scusate, ma sì, il miele fa parte di questo gruppo), negli sciroppi, nei succhi di frutta e nelle puree di frutta (anche se sono naturali e appena spremuti, sono una fonte di zucchero libero).

Gli zuccheri intrinseci sono quelli che fanno parte dell’alimento stesso e si trovano nella sua matrice, ad esempio il fruttosio presente nella frutta e nella verdura e il lattosio presente nei prodotti caseari.

Quanto zucchero devo assumere ogni giorno?

Qui l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è chiara sul consumo. Nel primo gruppo l’ideale sarebbe non assumerlo o ridurne il consumo al minimo possibile. Il massimo di zucchero libero stabilito dall’OMS sarebbe inferiore al 10% delle calorie totali che consumiamo al giorno e consiglia di scendere sotto il 5% perché avrebbe ulteriori benefici. Un adulto con una dieta giornaliera di circa 2.000 calorie dovrebbe puntare a meno di 25g al giorno. Per i bambini la dose massima giornaliera sarebbe di 17 grammi e zero prima dei due anni.

Per gli alimenti che includono lo zucchero nella loro matrice alimentare, cioè dove è naturalmente presente (zucchero intrinseco), non c’è alcun limite al consumo, è completamente libero.

Alla luce di ciò, risulta evidente l’importanza di cercare di ridurre il consumo di questo ingrediente e di saper distinguere tra i diversi tipi di zuccheri. Questo significa che non posso mai mangiare lo zucchero, che devo farne un nemico da sconfiggere ed eliminarlo dalla mia dieta? No, significa che bisogna sapere cosa si mangia quando si assume zucchero e, se si ama concedersi un dolce di tanto in tanto, capire che si tratta di qualcosa che, se ci si vuole prendere cura della propria salute, si dovrebbe consumare occasionalmente, non fare colazione con una fetta di torta tutti i giorni.

Nei prossimi articoli analizzeremo l’impatto del consumo di zucchero sulla salute e quali sono le migliori alternative per dolcificare i piatti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.