Perché bere vino provoca mal di testa?

Uno studio scientifico potrebbe aver scoperto il motivo per cui bere vino provoca mal di testa in alcune persone. Parliamo della sostanza responsabile di questo problema.

Perché bere vino fa venire il mal di testa

Il protagonista di questa storia è la quercetina, una molecola naturalmente presente nei vini rossi. Uno studio suggerisce che in alcune persone potrebbe interferire con il metabolismo dell’alcol e portare a un accumulo molto rapido di acetaldeide nel sangue, causando un mal di testa subito dopo aver bevuto un bicchiere di vino, anche se ne è stata bevuta solo una piccola quantità.

Si pensa che il motivo per cui alcune persone sono più soggette al mal di testa rispetto ad altre sia dovuto a un enzima malfunzionante che metabolizza l’acetaldeide.

Il mal di testa da vino rosso si manifesta solitamente da 30 minuti a 3 ore dopo aver bevuto un bicchiere di vino rosso. La cosa curiosa è che questo può accadere anche a persone che non hanno altri effetti collaterali quando consumano quantità moderate di altre bevande alcoliche.

Ketocertina, la sostanza che fa sì che bere vino provochi mal di testa

Un gruppo di ricercatori dell’Università della California di Davis ha studiato diversi componenti del vino rosso e indica il flavanolo, naturalmente presente nel vino rosso, come possibile responsabile.

La quercetina può ostacolare il metabolismo dell’alcol e potrebbe essere responsabile dei mal di testa di cui soffrono alcuni bevitori di vino rosso. Questo studio si basa su test in vitro ed è stato pubblicato sulla rivista Scientific Reports.

Sembra che il mal di testa da vino si verifichi perché una tossina chiamata acetaldeide si accumula nell’organismo e si ritiene che il motivo per cui alcune persone sono più suscettibili di altre è che l’enzima che metabolizza questa sostanza tossica, l’aldeide deidrogenasi 2 o ALDH2, non funziona correttamente.

Il loro organismo non elimina l’acetaldeide a un buon ritmo, il che provoca un accumulo di acetaldeide nel sangue, con conseguente mal di testa.

Gli autori dello studio hanno messo in contatto diverse molecole presenti nel vino con questo enzima per vedere come lo influenzano e sono giunti alla conclusione che la quercetina è in grado di inibire l’azione dell’ALDH2 fino all’80%.

Come agisce la quercetina nell’organismo?

Andrew Waterhouse, responsabile della ricerca, ha spiegato in un comunicato che quando questo composto “raggiunge il flusso sanguigno, il corpo lo converte in una forma diversa, chiamata quercetina glucuronide, che blocca il metabolismo dell’alcol”. Alla fine queste persone accumulano acetaldeide ed è qui che sorge il problema.

Morris Levin, coautore dello studio e professore di neurologia e direttore del Centro Cefalee dell’Università della California, San Francisco, afferma che quando le persone predisposte bevono vino rosso, anche in quantità minime, finiscono per soffrire di mal di testa, “soprattutto se hanno emicranie persistenti o un’altra condizione primaria di cefalea”. Crediamo di essere finalmente sulla strada giusta per spiegare questo antico mistero. Il prossimo passo sarà quello di testarlo scientificamente nelle persone che sviluppano questi mal di testa.

Non tutti i vini hanno la stessa quantità di quercetina.

Uno dei punti più interessanti di questo studio è che i livelli di questa sostanza variano in modo significativo da un vino all’altro.

L’uva produce quercetina in risposta alla luce del sole”, spiega Waterhouse. Se si coltiva l’uva con i grappoli esposti, si ottengono livelli molto più elevati di questa sostanza. In alcuni casi possono essere da quattro a cinque volte superiori. Inoltre, anche il processo di vinificazione può influenzare la quantità di questo flavanolo.

I ricercatori hanno dimostrato che ci sono ancora molte ricerche da fare sul perché bere vino provochi mal di testa. Non si sa perché certe persone siano più suscettibili di altre.

Il prossimo passo sarà quello di testare questa teoria su persone che soffrono di questi mal di testa, conducendo una sperimentazione clinica sull’uomo e facendo progredire ulteriormente lo studio di questo problema.

Quali altri componenti del vino sono associati al mal di testa?

Perché bere vino provoca mal di testa?
Perché bere vino provoca mal di testa?

Oltre alla quercetina, ci sono altri componenti del vino che sono stati collegati al mal di testa o all’emicrania.

Sono state identificate diverse sostanze presenti nel vino che potrebbero causare mal di testa nelle persone predisposte, come l’istamina, i solfiti, i composti fenolici flavonoidi e la 5-idrossitriptamina (5-HT).

Infatti, più di un terzo dei pazienti affetti da emicrania riferisce che l’alcol può causare mal di testa e l’80% di questi pazienti conferma che il vino rosso è il fattore scatenante più frequente degli attacchi di emicrania.

Dopo aver visto i motivi per cui bere vino provoca mal di testa, non resta che aspettare che questo studio venga condotto “in vivo”, cioè su persone che soffrono del problema e vedere come si può risolvere o ridurre al minimo.

Bere un bicchiere di succo di frutta al giorno è legato all'aumento di peso dei bambini

Bere un bicchiere di succo di frutta al giorno è legato all’aumento di peso dei bambini

Uno studio collega il consumo di un bicchiere di succo di frutta al giorno con l'aumento di peso nei bambini: dovresti eliminarlo dalla tua dieta?
Perché bere vino fa venire il mal di testa

Perché bere vino provoca mal di testa?

Uno studio scientifico potrebbe aver scoperto il motivo per cui bere vino provoca mal di testa in alcune persone. Parliamo della sostanza responsabile di questo problema.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.